Trasparenza

Aggiornato al 01/04/2019

INFORMAZIONI PUBBLICITARIE

CONTRATTO DI CREDITO RIMBORSABILE MEDIANTE RILASCIO DI DELEGAZIONE DI PAGAMENTO PRO-SOLVENDO DI QUOTE DELLO STIPENDIO, SALARIO, COMPENSO

INFORMAZIONI PUBBLICITARIE
Finanziatore
Iscrizione in albi e/o registri


indirizzo della sede legale:

numero di telefono degli uffici ai quali il cliente si può rivolgere per ulteriori informazioni e/o per la conclusione del contratto
numero di fax
sito internet:
indirizzo di posta elettronica
Credito Emiliano SpA
Iscritta all’Albo delle Banche (n.5350) e all’Albo dei Gruppi bancari tenuti dalla Banca d’Italia (n. 20010) - Aderente al Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi
Via Emilia S. Pietro, 4 - 42121 - Reggio Emilia

Tel.:+39 0522 582111



Fax:+39 0522 541847
www.credem.it
info@credem.it
INTERMEDIARIO DEL CREDITO

Credito Emiliano S.p.A., nell’attività di collocamento del prodotto, si avvale di una rete di Agenti in attività
finanziaria che opera con mandato in esclusiva.

Intermediario del Credito

CARATTERISTICHE PRINCIPALI DEL PRODOTTO DI CREDITO

Tipo di contratto di credito

Finanziamento rimborsabile mediante rilascio di
delegazione di pagamento pro-solvendo di quote
fino ad un quinto dello stipendio, salario, compenso.

Importo totale del credito
Limite massimo o somma totale degli importi messi
a disposizione del consumatore

Da un minimo di € 3.000,00 a un massimo variabile
in funzione della retribuzione mensile oggetto di
delegazione entro il limite di € 75.000,00.
(Da tale importo il Consumatore autorizza a
trattenere, senza necessità di ulteriori conferme,
eventuali liquidazioni provvisorie già erogate dal
Finanziatore, nonché quanto necessario
all’estinzione di prestiti o altri finanziamenti di
qualunque natura in corso di ammortamento con il
Finanziatore o con altri enti eroganti.)

Condizioni di prelievo
Modalità e tempi con i quali il consumatore può
utilizzare il credito

Al rilascio dell’atto di benestare definitivo, o analoga
dichiarazione, da parte dell’Amministrazione terza
delegata, previa estinzione delle altre
cessioni/delegazioni in corso e/o liquidazioni
provvisorie già erogate sul Finanziamento in
richiesta il cui ammontare sarà trattenuto
dall’Importo totale del credito, tramite accredito in
conto corrente, bonifico bancario o per contanti.
Il Consumatore, previa opportuna valutazione del Finanziatore e ricevuto il benestare da parte
dell’Amministrazione terza delegata, può ottenere
una o più liquidazioni provvisorie sul finanziamento fino
alla concorrenza massima dell’80% dell’importo da
erogare al Consumatore medesimo calcolato al netto
degli impegni da estinguere per altri finanziamenti in
corso di ammortamento. Le liquidazioni provvisorie
saranno restituite in un’unica soluzione all’atto
dell’erogazione del Finanziamento mediante trattenuta
delle somme da corrispondersi a tale titolo. Qualora
per qualsiasi motivo il Finanziamento non dovesse
essere erogato, il Consumatore sarà tenuto a
rimborsare immediatamente, senza costi aggiuntivi, le
somme ricevute in via anticipata.

Durata del contratto di credito

Da un minimo di 24 mesi a un massimo di 120 mesi
(ad intervalli annuali)

Rate ed, eventualmente, loro ordine di imputazione

Importo rata: euro € 270,00
Numero rate: 120
Periodicità delle rate: mensile posticipata
Il Consumatore pagherà gli interessi e/o le spese
attraverso rate costanti comprensive della quota di
interesse a scalare secondo un piano di
ammortamento alla francese e della quota di
ammortamento del capitale.
Esempio costruito sui seguenti dati rappresentativi:
Importo richiesto € 20.526,06
Durata mesi 120
Tasso annuo nominale di interesse (TAN) 9,89%
Commissioni di intermediazione € 1.944,00
Spese di attivazione pratica € 415,00
(importo erogato al Consumatore € 18.167,06)

Importo totale dovuto dal consumatore
Importo del capitale preso in prestito, più gli interessi
e i costi connessi al credito

Garanzie richieste
Garanzie che il consumatore deve prestare per
ottenere il credito.

€ 32.400,00
Gli importi sopra riportati sono esemplificativi di un
finanziamento avente le seguenti caratteristiche:
Importo finanziato: € 20.526,06
Durata mesi: 120
Tasso annuo nominale di interesse (TAN) 9,89%
Commissioni di intermediazione € 1.944,00
Spese di attivazione pratica € 415,00
(importo netto erogato al Consumatore € 18.167,06)
Nel caso in cui il Consumatore sia dipendente di
azienda privata per ottenere il credito è richiesto il
vincolo, ove consentito, del trattamento di fine
rapporto maturato e maturando, anche presso Fondi
Pensione, nonché delle altre competenze di fine
servizio.

Tasso di interesse o (se applicabile) tassi di
interesse diversi che si applicano al contratto di
credito

Tasso annuo nominale (TAN) massimo per prestiti
rimborsabili mediante rilascio di delegazione di
pagamento pro-solvendo di quote fino ad un quinto
dello stipendio, salario, compenso
14,15%, applicato nel rispetto dei limiti fissati dalla
Legge 108/96 in materia di usura e successive
modifiche ed integrazioni.

Tasso annuo effettivo globale (TAEG)
Costo totale del credito espresso in percentuale,
calcolata su base annua, dell’importo totale del
credito.
Il TAEG consente al consumatore di confrontare le
varie offerte

 

Per ottenere il credito o per ottenerlo alle condizioni
contrattuali offerte è obbligatorio sottoscrivere:
– un’assicurazione che garantisca il credito
e/o
– un altro contratto per un servizio
accessorio
Se il finanziatore non conosce i costi dei servizi
accessori, questi non sono inclusi nel TAEG

TAEG 13,68%
ESEMPIO RAPPRESENTATIVO:
Il TAEG, calcolato sull’importo di € 18.167,06 e per
una durata del finanziamento di 120 mesi,
comprende i seguenti costi:
a) Tasso annuo nominale (TAN) 9,89%
è il tasso d’interesse applicato dall’intermediario
calcolato su base annua.
In caso di estinzione anticipata del Finanziamento al
Consumatore saranno restituiti gli interessi relativi
alle rate non maturate.
b) Commissione di intermediazione* pari a €
1.944,00,
sono addebitate al Consumatore al momento
dell’erogazione del Finanziamento e
costituiscono la remunerazione
dell’Intermediario del credito intervenuto nel
contratto di credito per
1) ricercare la soluzione finanziaria di interesse
del Consumatore, 2) raccogliere e verificare
preventivamente il corredo documentale, 3)
provvedere al caricamento della richiesta di
Finanziamento e collaborare nelle attività
istruttorie della richiesta stessa, 4) assistere il
Consumatore negli adempimenti necessari fino
alla ricezione del credito.
In caso di estinzione anticipata del
Finanziamento le commissioni di
intermediazione, in quanto riferite ad attività
preliminari alla concessione del credito, quindi
non soggette a maturazione del tempo, non sono
restituite al Consumatore.
c) Spese di attivazione pratica € 415,00
sono addebitate al Consumatore al momento
dell’erogazione del Finanziamento a titolo di 1)
copertura dei costi fissi sostenuti dal Finanziatore
per la remunerazione dell’eventuale attività di
segnalazione del nominativo del Consumatore
interessato a concludere il contratto di credito,
2) verifica della documentazione precontrattuale, 3)
elaborazione dei dati in funzione della normativa
antiriciclaggio e controllo anti-frode, 4) delibera del
Finanziamento, 5) notifica ed eventuale registrazione del contratto.
In caso di estinzione anticipata del Finanziamento le
spese di attivazione pratica non sono restituite al
Consumatore in quanto relative ad attività
concernenti la fase di formazione e perfezionamento
del credito e quindi non soggette a maturazione del
tempo.
* Le commissioni di intermediazione addebitate al
Consumatore possono variare da un minimo dello
0,33% ad un massimo dell’8% dell’importo totale
dovuto dal Consumatore.Per la delegazione di quote dell’emolumento
sono richieste coperture assicurative che
garantiscano l’ammontare complessivo delle quote
delegate per l’intera durata del Finanziamento 1)
contro il rischio di premorienza del consumatore e 2)
contro i rischi di impiego o perdite patrimoniali
derivanti dal mancato adempimento, non derivante
da decesso, dell’obbligazione di rimborso del
finanziamento da parte del consumatore medesimo.
I contratti assicurativi che forniscono dette garanzie
sono stipulati a proprio beneficio dal Finanziatore,
che ne sostiene integralmente i relativi costi.
In caso di estinzione anticipata del Finanziamento il
consumatore non avrà diritto ad alcuna restituzione
parziale del premio, essendo lo stesso pagato
interamente dal Finanziatore.

Il Tasso Effettivo Globale Medio (TEGM) previsto all’art. 2 della Legge sull’usura (L. n. 108/1996) relativo ai
prestiti contro cessione del quinto della pensione può essere consultato in Filiale e sul sito internet della
Banca (www.credem.it).

COSTI CONNESSI

Eventuali altri costi derivanti dal contratto di credito

Imposta di registro: nella misura dovuta per gli
atti soggetti a registrazione solo in caso d’uso ai
sensi del DPR n. 131/86 tariffa parte II art. 1.
Imposta di bollo: nella misura dovuta per gli atti
soggetti all’imposta fin dall’origine, ai sensi del DPR
n. 642/72 tariffa parte I art. 2 nota 2 bis, sostituita da
quella dovuta ex art. 13, punto 2 bis, nota 3 ter, per
operazioni e rapporti regolati mediante conto
corrente; l’imposta di bollo, ove dovuta, si considera
a carico della Banca. Spese per emissione duplicati di documento € 0 (zero)
Recupero costi per invio duplicati di documento € 0 (zero)
Spesa per l’offerta fuori sede € 0 (zero) 

Condizioni in presenza delle quali i costi relativi al
contratto di credito possono essere modificati
Costi in caso di ritardo nel pagamento
Tardare con i pagamenti potrebbe avere gravi
conseguenze per il consumatore (ad esempio la
vendita forzata del bene) e rendere più difficile
ottenere altri crediti in futuro.

Il Finanziatore, in presenza di giustificato motivo,
può modificare, anche in senso sfavorevole al
consumatore, le condizioni economiche applicate al
presente contratto, ad eccezione delle clausole
aventi ad oggetto i tassi di interesse, dandone
comunicazione al consumatore con un preavviso
minimo di due mesi. La modifica si intende
approvata se il consumatore non dovesse recedere
dal contratto entro la data prevista per la sua
applicazione.
In caso di ritardo od omissione del versamento delle
quote delegate il Finanziatore può addebitare al
consumatore i seguenti oneri e spese:
– costi per le attività extragiudiziali esperite dal
Finanziatore, o da terzi da questo appositamente
incaricati, ai fini del recupero del credito non
riscosso, nei limiti di quanto effettivamente
sostenuto;
– costi sopportati dal Finanziatore per le attività legali
finalizzate al riconoscimento ed alla tutela dei crediti,
anche in sede giudiziaria, nei limiti di quanto
effettivamente sostenuto.

ALTRI IMPORTANTI ASPETTI LEGALI

Diritto di recesso
Il consumatore ha diritto di recedere dal contratto di
credito entro quattordici giorni di calendario dalla
conclusione del contratto.

Il Consumatore ha facoltà di recedere dal contratto,
senza penalità e senza specificarne il motivo,
inoltrando apposita comunicazione al Finanziatore
entro 14 giorni dalla sua conclusione. Qualora il
contratto abbia già avuto esecuzione, ancorché
parziale, il Consumatore dovrà restituire quanto
percepito, nei tempi e con le modalità illustrate nelle
condizioni contrattuali.

Rimborso anticipato
Il consumatore ha il diritto di rimborsare il credito
anche prima della scadenza del contratto, in qualsiasi
momento, in tutto o in parte.
Il finanziatore ha il diritto a un indennizzo in caso di
rimborso anticipato.

Previsto, anche in forma parziale, con diritto del
Consumatore ad una riduzione del costo totale del
credito pari all’importo degli interessi non maturati.
In caso di anticipata estinzione non saranno invece
rimborsate al Consumatore le Commissioni di
intermediazione e le Spese di attivazione pratica.
In caso di rimborso anticipato sarà dovuto al
Finanziatore un indennizzo pari a.
1) 1% dell’importo rimborsato se la vita residua del
contratto è superiore ad un anno.
2) 0,5% dell’importo rimborsato se la vita residua
del contratto è pari o inferiore ad un anno.
In ogni caso l’indennizzo non può superare l’importo
degli interessi che il Consumatore avrebbe pagato
per la vita residua del contratto.
Se l’importo rimborsato anticipatamente è pari o
inferiore a euro 10.000,00 non è dovuto alcun indennizzo.

Consultazione di una banca dati
Se il finanziatore rifiuta la domanda di credito dopo
aver consultato una banca dati, il consumatore ha il
diritto di essere informato immediatamente e
gratuitamente del risultato della consultazione.
Il consumatore non ha questo diritto se comunicare
tale informazione è vietato dalla normativa
comunitaria o è contrario all’ordine pubblico o alla
pubblica sicurezza.

Se CREDEM rifiuta la richiesta di credito dopo aver
consultato una banca dati il Consumatore viene
informato immediatamente e gratuitamente del
rifiuto della domanda e degli estremi identificativi dei
sistemi di informazione creditizia consultati e dei
rispettivi gestori.

Diritto a ricevere una copia del contratto
Il consumatore ha il diritto, su sua richiesta, di
ottenere gratuitamente copia del contratto di credito
idonea per la stipula.
Il consumatore non ha questo diritto se il finanziatore,
al momento della richiesta, non intende concludere il
contratto.

Ove richiesto, CREDEM provvede a consegnare
gratuitamente al Consumatore copia del contratto
idonea per la stipula.

Cerca nel sito
Tag più popolari
Cerca nel sito
Tag più popolari
Carrello

Nessun prodotto nel carrello.

RICHIEDI UN PREVENTIVO