info@prestitimycredit.it| 0131228108

Cessione del quinto a pensionati INPDAP

Prestiti a pensionati INPDAP: ecco perché scegliere la cessione del quinto della pensione

Sei titolare di una pensione e hai bisogno di liquidità per vivere serenamente, garantendo al contempo un aiuto ai tuoi figli ed ai tuoi nipoti? La cessione del quinto della pensione è la forma di prestito personale che fa per te.

Si tratta di un finanziamento sicuro e solido, ideato proprio per garantire solidità e serenità a tutti coloro che hanno maturato il proprio percorso professionale e lavorativo.

L’importo della rata mensile viene calcolato in base al netto delle trattenute previdenziali e fiscali, in modo da non incidere sull’importo della pensione minima.

Cessione del quinto della pensione

Potrai ottenere in tal modo liquidità per le tue esigenze in tutta sicurezza:

  • l’erogazione del prestito avverrà mediante bonifico bancario o assegno circolare;
  • il rimborso avrà luogo ogni mese con addebito diretto sulla tua pensione: non ti sarà richiesto in itinere alcun adempimento.

I dieci motivi per cui scegliere la cessione del quinto della pensione:

  • massima trasparenza e semplicità;
  • applicazione di tassi speciali ed agevolati in virtù delle numerose convenzioni stipulate con gli enti previdenziali (oltre ad INPS ed ex Inpdap, anche altri enti pensionistici come Enasarco, Cassa Forense…);
  • copertura assicurativa in caso di decesso;
  • rapido accesso al finanziamento;
  • rata e tasso fissi per tutta la durata;
  • prestito personale erogabile anche con altri finanziamenti in corso;
  • finanziamento erogabile anche in presenza di difficoltà di accesso ad altre forme di credito (ad esempio, prestiti a protestati e prestiti a cattivi pagatori);
  • cessione del quinto pensionati Inps, ex Inpdap ed ex Enpals;
  • cessione del quinto della pensione fino a 87 anni a scadenza.

Documenti per cessione del quinto pensione:

  • un valido documento d’identità;
  • codice fiscale;
  • cedolino della pensione (o ultimo modello CUD)

Grazie alla convenzione INPS stipulata dall’ente erogante, con Prestiti My Credit, non dovrai recarti presso gli uffici Inps per il rilascio dei documenti necessari per la richiesta di concessione della cessione del quinto. Saremo noi a produrre in autonomia la certificazione di quota cedibile rilasciata dall’Ente previdenziale ed eventualmente modello CUD e modello OBIS M.

La cessione del quinto della pensione non è un prestito con garante: non è richiesta infatti alcuna firma oltre alla tua. Potrai richiedere e ottenere la cessione del quinto anche se sei stato segnalato come protestato o cattivo pagatore.

Cessione del quinto della pensione: cosa prevede la normativa

La normativa riguardante la cessione del quinto si rifà all’art. 1260 del Codice Civile, ed è inoltre regolata dal DPR numero 180 del 5 gennaio 1950 (integrato dalle leggi 311/2005 e 80/2005, le quali prevedono il diritto alla cessione del quinto della pensione, nonché per i dipendenti delle aziende private) e dal regolamento attuativo DPR numero 895 del 28 luglio 1950.

Si distinguono i prestiti con cessione del quinto e i prestiti con delega (o doppio quinto).

Con i primi, le rate del finanziamento vengono trattenute direttamente dallo stipendio o della pensione nella misura di un quinto; con i secondi (per i soli dipendenti), la cessione del quinto può arrivare a comprendere rate fino al 40% della retribuzione netta (la delega di pagamento è riservata soltanto ai dipendenti, sono esclusi i pensionati).

Circa la copertura assicurativa, in caso di premorienza la Compagnia d’assicurazione salda la banca e il debito si estingue senza rivalersi sugli eredi.

Di recente, con la determina del presidente numero 43 del 30/03/2016, l’Inps ha approvato lo schema di convenzione volto a regolamentare “l’estinzione dietro cessione del quinto della pensione di prodotti di finanziamento concessi a pensionati“, oltre che le variazioni al regolamento includente le “Disposizioni per la cessione del quinto”.

Tali novità normative, nel determinare la misura aggiornata degli oneri del servizio dovuto dai soggetti eroganti per l’avviamento dei finanziamenti sulla pensione, prevedono che da Gennaio 2017, l’Inps debba provvedere a trattenere ogni mese i relativi costi previsti, dai flussi di versamento. I suddetti, saranno quantificati in base alla stessa cessione e decurtati all’ente erogante che ha stipulato il prestito con la cessione del quinto della pensione.

Cessione del quinto pensionati: come calcolare la quota cedibile della pensione

Le regole attualmente in vigore dettate dall’ente previdenziale, prevedono che ogni pensionato possa cedere fino ad un quinto della propria pensione, il calcolo del quinto della pensione chiaramente varierà in funzione di quanto si percepisce. Per capire velocemente quale sia il quinto cedibile ci sono 3 modi:

  1. Chiedere presso allo sportello dell’ente pensionistico l’emissione della lettera di quota cedibile (spesso viene spedita a casa del pensionato nell’arco di 7 / 10 giorni);
  2. Chiedere a banche o finanziarie convenzionate di accedere al portale telematico per visualizzare l’importo del quinto cedibile (questa operazione normalmente è immediata);
  3. Provare ad effettuare il calcolo indicativo mediante i parametri sotto riportati (tenendo conto che ai fini del corretto calcolo cessione del quinto della pensione sarà comunque obbligatoria l’emissione della lettera di quota cedibile)

Passiamo ora al calcolo quinto pensione da cedolino tenendo bene a mente alcuni parametri imposti per esempio dall’INPS:

  1. Il calcolo del quinto pensionati è sempre da effettuare al netto delle ritenute previdenziali e fiscali e non deve mai incidere sulla pensione minima;
  2. La pensione minima per l’anno 2017 è pari ad €501,89 come previsto dalla legge;
  3. Nel caso di un pensionato che sia in possesso di più pensioni, queste vengono generalmente cumulate ai fini del calcolo della rata cessione del quinto. Per esempio: pensione di vecchiaia da 600 euro + pensione di reversibilità da 400 euro, la quota cedibile della pensione andrà calcolata sul cumulo delle suddette pertanto  la rata del finanziamento sulla pensione sarà di: (600 + 400) : 5 = 200 euro.

Ecco alcuni esempi di calcolo della quota cedibile

 

Primo Esempio
Pensione al lordo delle ritenute  596,15
Trattenute fiscali  00,00
Pensione al netto delle ritenute  596,15
Pensione minima* 501,89
Rata cedibile 94,26
*bisogna salvaguardare la pensione minima (€ 501,89 per l’anno 2017), il quinto cedibile della pensione sarà quindi  inferiore in questo caso all’importo del quinto = €119,23

 

Secondo Esempio
Pensione al lordo delle ritenute 1.500,00
Trattenute fiscali 375,00
Pensione al netto delle ritenute 1125,00
Pensione minima* 501,89
Rata cedibile 225,00
* in questo caso si salvaguarda la pensione minima (pensione netta – quinto cedibile = valore residuo della pensione al netto del finanziamento superiore alla pensione minima) 

 

Cessione del quinto pensionati: tutela del pensionato da parte dell’INPS

Per l’erogazione di una cessione del quinto sulla pensione, L’Inps verifica sempre che vi siano le condizioni sotto riportate:

  1. l’ente erogante (Banca o finanziaria) sia in possesso dei requisiti richiesti dalla legge per l’erogazione di finanziamenti sulla pensione;
  2. vengano rispettati i tassi in funzione della comunicazione “anti usura” emessa dalla Banca d’Italia trimestralmente;
  3. vengano rispettati i tassi previsti dalla convenzione (per le Banche o Finanziarie convenzionate) garantendo al pensionato tassi estremamente vantaggiosi;
  4. la rata del contratto di cessione del quinto della pensione non superi il quinto della quota cedibile;
  5. sia presente tutta la documentazione necessaria ai fini della messa in quota;
  6. vengano controllati i dati finanziari presenti sulla documentazione:
    • rata e durata;
    • netto erogato al pensionato;
    • montante lordo dell’operazione;
    • tasso Annuo Nominale e Tasso Annuo Effettivo Globale;
    • tutti i costi connessi al credito (polizza assicurativa, costi banca o finanziaria, dell’eventuale intermediario, imposte di bollo ecc.);
    • indicatori relativi all’eventuale estinzione anticipata.

La professionalità dei nostri consulenti è la tua migliore garanzia.

Contattaci per richiedere informazioni, per fissare un appuntamento o, se preferisci, per richiedere un preventivo cessione del quinto online cliccando QUI: è facile e senza impegno!

Lascia un commento

Cerca nel sito

Tag più popolari

Cerca nel sito

Tag più popolari

Carrello

Nessun prodotto nel carrello.